Orti Solidali di Prossimità

Il progetto intende contrastare le nuove povertà derivanti dalla crisi socio-economica, attraverso la creazione e condivisione di “beni e reti di prossimità” che contribuiscano a soddisfare i bisogni alimentari delle famiglie in difficoltà e a offrire opportunità di inserimento lavorativo per chi è escluso dal mercato del lavoro .

Grazie all’attivazione di collaborazioni sul territorio, già sperimentate con alcune azioni, si intende avviare una rete di Orti Solidali, fisicamente collocati in quartieri periferici e in alcuni Comuni limitrofi a Cuneo e coltivati da persone con necessità urgenti di sostegno al reddito e di approvvigionamento alimentare.

Inoltre, nell’ottica di rispondere al bisogno sempre più diffuso di integrazione sociale e alimentare per le famiglie in stato di povertà, si intende avviare un Gruppo di Acquisto Solidale per soggetti in difficoltà economica in cui una parte degli ortaggi coltivati possa trovare sbocco.

Nel complesso la presente proposta si prefigge di:

  1. creare una filiera corta di produzione e distribuzione di ortaggi volta al sostegno delle persone svantaggiate
  2. creare un percorso virtuoso di inserimento lavorativo volto a persone disoccupate o sottoccupate
  3. favorire forme di aggregazione e di solidarietà reciproca (attraverso lo  scambio di ortaggi e il Gruppo di Acquisto Solidale)
  4. includere e valorizzare i beneficiari (tramite il loro coinvolgimento nella coltivazione degli orti)
  5. mantenere e sviluppare ulteriormente la rete degli stakeholder (imprese agricole disponibili a trasmettere know how, ad assorbire eventuali soggetti formati ecc.);
  6. migliorare gli stili di vita alimentari (tramite la possibilità di fruire di cassette di ortaggi a un prezzo calmierato)
  7. attivare la comunità locale a diversi livelli:
  • Enti locali e privati per la concessione in uso di terreni
  • Enti caritatevoli per l’individuazione dei beneficiari e la diffusione dell’iniziativa sul territorio
  • Aziende (o federazioni) agricole per il supporto tecnico necessario e l’eventuale conferimento di eccedenze
  • Cooperative sociali per l’accompagnamento e il tutoraggio degli inserimenti lavorativi e per l’animazione territoriale

 

La Diocesi di Cuneo è il soggetto capofila: tramite la Pastorale Sociale e del Lavoro, si occupa dell’individuazione dei terreni, del trasporto/stoccaggio ortaggi nonché del coordinamento generale; tramite i Centri di Ascolto Caritas, dell’individuazione e dei nuclei famigliari beneficiari.

La Parrocchia S.Pio X, che è promotrice del progetto, si occupa dell’accompagnamento delle famiglie assegnatarie dei lotti orticoli.

La Cooperativa Sociale Emmanuele  si occupa dei percorsi di inserimento al lavoro, del funzionamento del gruppo di acquisto solidale calmierato e delle attività sociali.

La Cooperativa Sociale Il Ginepro si occupa del trasporto degli ortaggi nei circuiti di distribuzione.

Lo Sportello di Servizi al Lavoro gestito dal Consorzio C.I.S. –sito in Cuneo e convenzionato con la Regione Piemonte, si occuperebbe della selezione di persone idonee per le borse lavoro.

Nella fase di attuazione del progetto, la rete verrà estesa alle Cooperative agricole e alle singole aziende agricole disponibili a collaborare rispetto all’accompagnamento tecnico e alla formazione in campo orticolo.